«

»

Dic 15

SACCHI GRIGI – L’AMMINISTRAZIONE SI SCUSA

CONSEGNA NUOVI SACCHI RIFIUTI, ECCO LE SCUSE DELLA GIUNTA …

…CHE NON RICEVERETE MAI

 

Cari concittadini, l’Amministrazione comunale è impegnata per un costante miglioramento degli standard ambientali del nostro paese. E’ un impegno che ci siamo assunti in campagna elettorale e che perseguiamo per preservare le risorse naturali e garantire un futuro sostenibile ai nostri figli. Volevamo concretizzare questo impegno ed è per questo che vi abbiamo prontamente consegnato una lettera , pubblicata anche sul Partecipare di Ottobre 2016, annunciandovi che potevate ritirare i sacchi speciali dotati di chip per iniziare la fase di sperimentazione volta a ridurre l’indifferenziato. Purtroppo per voi i sacchi non sono arrivati se non con tre settimane di ritardo, abbiamo peccato di entusiasmo nel desiderio di fare una buona pubblicità a questa iniziativa e ricevere così tanta approvazione ma visto che siamo assolutamente in buona fede ci teniamo a fare le nostre scuse. Col senno di poi sarebbe stato meglio avere prima il materiale “in casa” e poi comunicarvi la possibilità di ritirarlo; certo, farvi accorrere tutti a ritirarli, farvi fare la coda inutilmente e poi farvi tornare a casa a mani vuote non è un buon presupposto per convincervi che queste nuove procedure funzionano e che si faranno le cose fatte bene. Vi porgiamo dunque le nostre sentite scuse per la superficialità con cui abbiamo trattato il vostro tempo, i vostri impegni ed il vostro umore. Abbiamo creduto più importante fare subito e fare da soli perché ci tenevamo molto a dimostrarvi quanto noi siamo affidabili ed efficienti senza l’aiuto o il consiglio di altri.  Noi crediamo di essere gli unici ad avere le risposte giuste , perdonateci per avere errato. Ci scusiamo di aver mancato di attenzione proprio quando si richiedeva a voi la collaborazione per costruire una Rescaldina più sostenibile , realizzabile solo con l’impegno di tutti. Chiediamo ancora più umilmente scusa per aver mancato di comunicare l’errore quando esso si è palesato: non vi abbiamo informato del ritardo, non abbiamo provveduto ad avvisarvi nel modo corretto altrettanto quanto capillarmente vi abbiamo raggiunto con la prima comunicazione e non abbiamo trovato il modo di fare funzionare meglio le cose quando i sacchi sono finalmente arrivati.   Vi abbiamo lasciato ancora a fare lunghe code perché probabilmente i sistemi di consegna dovevano essere perfezionati, non abbiamo pensato a riparare il torto in corso d’opera e abbiamo permesso agli uffici di chiudere senza smaltire le code, lasciando che molti di voi dopo ore al freddo se ne tornassero di nuovo a casa senza sacchi.  Vi abbiamo stressato, amareggiato, fatto arrabbiare,  fatto perdere la pazienza e talvolta addirittura il controllo, per tutto questo siamo sinceramente dispiaciuti e vi chiediamo di rimanere concentrati su tutte le cose belle che noi abbiamo fatto per farvi piacere e non su quelle che non abbiamo fatto bene, speriamo non sarete troppo critici nei confronti di chi sta creando una Rescaldina dove è bello Vivere, che poi è anche Natale.

 

Questa è la lettera che purtroppo non riceverete mai da parte della Giunta di Vivere Rescaldina in merito al problema della consegna dei nuovi sacchi grigi.

 

MOVIMENTO 5 STELLE RESCALDINA

2 comments

  1. Carlo M. Consigli

    Ho ritirato oggi i nuovi sacchi grigi con chip per la raccolta dei rifiuti indifferenziati. Ho potuto quindi constatare che questi nuovi sacchi sono di dimensioni ridicole (poco più di un normale sacco per pattumiera domestica) e che la ‘razione’ annuale di tali sacchi per una famiglia di 2 persone è di 2 pacchi, pari a 26 sacchi. Il che significa, in sostanza, che viene concesso il ritiro gratuito di 1 sacco ogni 2 settimane, e che ciascun sacco conterrà se va bene un terzo di quanto contenevano i vecchi sacchi grigi distribuiti in precedenza. Perfettamente d’accordo sulla necessità di differenziare al massimo i rifiuti ma, almeno nel mio caso, dal momento che io già differenzio tutto quello che è possibile differenziare, non mi sarà certo possibile ridurre ulteriormente di molto la quantità di indifferenziato attualmente prodotta, per cui sarò costretto a procurarmi ulteriori sacchi spendendo 10 euro ogni 13 pezzi! In conclusione, a mio modo di vedere questa ‘innovazione’ dei sacchi con chip per la raccolta dell’indifferenziato non è altro che un sistema per aumentare surrettiziamente la tassa dei rifiuti senza doverlo affermare ufficialmente. Complimenti all’ideatore della bella trovata!

  2. Admin

    Buonasera Carlo,

    Come abbiamo avuto modo di dire anche in consiglio comunale a proposito del nuovo regolamento di igiene urbana (che non è assolutamente il migliore regolamento del mondo) , occorre durante questo primo anno valutare tutti i pro e i contro che emergeranno, in maniera da intervenire per migliorarlo. Alcune criticità sono già state segnalate e sicuramente molte altre emergeranno in questa fase “sperimentale”. Come M5S ci faremo carico di portarle all’ amministrazione in maniera da arrivare, a breve, ad un regolamento il più possibile condiviso e applicabile (avendo sempre come riferimento l’obiettivo finale che è quello della strategia rifiuti zero). Ti invitiamo a supportarci in questo lavoro. Noi ce la metteremo tutta.
    Grazie e a presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Commenti protetti da WP-SpamShield Spam Plugin