5.ECONOMIA SOSTENIBILE E CITTADINA

A Concessioni di licenze edilizie solo per demolizioni e ricostruzioni di edifici civili o per cambi di destinazione d’uso di aree industriali dismesse: stop al consumo del territorio. Questo vincolo vale anche per le aree adibite a parcheggio.

B STOP alle concessioni di licenze per nuove sale bingo, sale slot e rivendite oro, applicando tutto ciò che è previsto dalla legge ed inserendo ove possibile limiti restrittivi applicabili a quelle già esistenti.

C  Favorire l’uso di materiali locali nell’edilizia per quanto possibile ed il riciclo dei materiali provenienti dalle demolizioni.

D Ampliare il sostegno ai piani di sviluppo del solare termico e fotovoltaico con contributi/finanziamenti comunali e potenziare l’adeguamento di tutti gli edifici di proprietà comunale ai criteri di massima efficienza energetica.

E Obbligo della certificazione energetica di livello massimo per tutte le nuove costruzioni e riconversione progressiva dell’esistente.

F Piano progressivo di acquisti eco-compatibili da parte del Comune con inserimento tra i criteri di scelta dei fornitori di beni e servizi al comune stesso come elementi preferenziali:
– “località” del produttore e del distributore (KM 0)
– Aderenza ai principi di sostenibilità ambientale e di tutela dei diritti dei lavoratori.

G Informazione verso i cittadini e sostegno alle realtà dei di Gruppi di Acquisto Solidale per lo sviluppo di un’economia a Km Zero, per la promozione delle produzioni agro-alimentari locali e del commercio equo e solidale.

H Detassazione per il piccolo commercio/artigianato tramite “fattore di riduzione” per attività con i seguenti requisiti:

  1. -Vendita di merce “SFUSA” o in imballi 100% biodegradabili
  2. -Nell’ambito del settore merceologico in cui opera l’esercizio, l’attività principale (documentata) è la riparazione e/o l’assistenza tecnica.
  3. -I beni venduti sono di produzione a prevalenza REGIONALE(1) – NAZIONALE(2)

Il comune si impegna a fornire ad ogni realtà che ne faccia richiesta, soprattutto ove tale “trasformazione” è più difficile, la consulenza per potere
adeguarsi e ricevere gli incentivi messi a disposizione.

I Incentivo al commercio: per i primi 2 anni le attività commerciali e aggregative usufruiranno dello spazio pubblico antistante le attività stesse a titolo gratuito (fatti salvi i limiti di spazio imposti dai regolamenti). Dal terzo anno saranno esclusi dalla gratuità le attività che dispongono di “slot machine”. Saranno escluse dal regime di gratuità le strutture con dimensione superiore a 500 mq.

L I mercati di Rescalda e Rescaldina verranno svolti in giorni diversi, in modo da supportare la loro importanza per la città; ipotizziamo anche un allargamento area per quello di Rescalda

M Il comune finanzierà i propri progetti,qualora ce ne sia la necessità, utilizzando il sistema obbligazionario comunale, in alternativa alla contrazione di prestiti. Le obbligazioni saranno rivolte preferenzialmente ai cittadini che potranno investire i propri risparmi finanziando le opere di pubblica utilità.

N Creazione di un fondo di garanzia (tramite dismissione/alienazione di beni comunali non di rilevanza sociale reale o potenziale) che supporti l’accesso al credito delle piccole e medie imprese e nel contempo bloccare il circolo vizioso della vendita di beni per contrarre nuovi debiti o pagarne di vecchi.

O Il comune si farà promotore per la costituzione di una struttura collettiva di azionariato popolare per la produzione energetica da fonti rinnovabili : senza scopo di lucro, fornirà energia elettrica ai propri soci e al comune e verserà l’eccedenza nel circuito nazionale. Il socio dovrà essere residente nel comune e non potrà detenere più del 2% delle quote (limite da cui è escluso il comune stesso). Il comune fornirà gli spazi su cui installare gli impianti a tariffe agevolate,senza limite temporale.

P Divieto di utilizzo ed introduzione di Organismi Geneticamente Modificati sul territorio comunale e adesione alla campagna: “Italia, Europa Liberi da Ogm” facendosi promotore nei comuni limitrofi.

Q Censimento e riqualifica delle strutture dedicate allo sport, alla cultura ed al sociale, valorizzando gli organismi preposti alla loro gestione e/o coordinamento