7.QUALITA’ DELLA VITA, SALUTE, SCUOLA E CIVILTA’

A Introduzione delle limitazioni previste dalla legge per lo stazionamento circhi e spettacoli di intrattenimento che prevedono l’utilizzo di animali.

B Istituzione del registro delle unioni civili senza distinzione di genere; la registrazione darà il diritto di accesso alle iniziative comunali di sostegno alle famiglie.

C Piano per una scuola al passo coi tempi:

– adozione del book in progress (o strumenti elettronici similari)
– assegnazione di borse di studio
– mensa scolastica: ampliamento dei menù disponibili includendo quelli vegani e vegetariani.
– nell’ambito del rinnovo contratti con le cooperative coinvolte concretizzare il progetto di un luogo fisso per il pomeridiano ed il progetto centro estivo anche d’inverno ovvero nei momenti di chiusura pre-festiva delle scuole.

D Piano di espansione del verde urbano partendo da un censimento delle aree dismesse di proprietà del comune che verranno poi convertite a giardini/orti condivisi a gestione in parte volontaria utilizzabili anche come progetto per le scuole; dedicare una parte del verde a spazi adibiti ai cani, attualmente inesistenti.

E Contributi/finanziamenti comunali per impianti di depurazione acque privati.

F Campagna di informazione sull’uso di farmaci generici e fuori brevetto, equivalenti e meno costosi rispetto ai farmaci “di marca” (che in Italia costano spesso di più che all’estero) e più sicuri rispetto ai prodotti di recente approvazione, abbinata a livello comunale ad un programma di educazione sanitaria indipendente e permanente sul corretto uso dei farmaci, sui loro rischi e benefici .

G Promozione di una politica sanitaria sul territorio comunale di tipo culturale, per promuovere stili di vita salutari e scelte di consumo consapevole, per sviluppare l’autogestione della salute (operando sui fattori di rischio e di protezione delle malattie) e l’automedicazione semplice, abbinata ad informazione sulla prevenzione primaria (alimentazione sana, attività fisica,astensione dal fumo) e sui limiti della prevenzione secondaria (screening, diagnosi precoce,medicina predittiva), ridimensionandone la portata, perché spesso rispondente a logiche commerciali.

H realizzazione di postazioni fisse con defibrillatori nei luoghi pubblici di maggiore frequentazione, coinvolgendo tutta la cittadinanza dai commercianti alle scuole ai vigili alle associazioni sportive nella condivisione del possesso e corretto utilizzo di questi importanti strumenti salva-vita; tale iniziativa potrà risolvere anche l’adeguamento alla norma di legge per le attività sportive una volta verificate e portate a risoluzione le attuali situazioni di acquisto in sospeso

I  Piano per il recupero del centro città, della comunità e della dignità e centralità dell’individuo che comprende:

– patrocinio comunale x le feste delle regioni e dei popoli e per il mercato del riciclo e dei mestieri, con bandi che aprano ai cittadini la possibilità di organizzare simili eventi con supporto di associazioni o enti riconosciuti.
– pubblicizzazione dei nidi-famiglia, badanti di condominio e altre iniziative simili.
– ideazione di un concorso di arte urbana rivolto ai giovani x riqualificare aree grigie.
– migliorare la presenza dei vigili sul territorio dotandoli di biciclette (normali ed elettriche) che permettano più agibilità sul territorio, consentendo un contrasto più immediato a situazioni come ad esempio l’abbandono di rifiuti ed una maggiore percezione di vicinanza e fiducia nel loro operato da parte dei cittadini.
– organizzazione piedibus, con costo simbolico x coprire la copertura assicurativa che interagisca con gruppi di cammino .
– supporto logistico per l’incontro e la creazione spontanea di gruppi di mutuo aiuto in cui lavoratori disoccupati possano scambiarsi prestazioni lavorative o servizi (come nell’ esempio delle banche del tempo) ed anche offrire servizi a chi ne ha bisogno usando il sistema dei vaucher o “buoni lavoro”.