«

»

Giu 15

RESCALDINA vs PESTICIDI

RESCALDINA DICE NO AI PESTICIDI

Rescaldina si schiera contro l’uso esagerato della chimica in agricoltura e nella cura del verde che negli ultimi 60 anni ha impoverito il suolo, decimato le specie autoctone sia vegetali che animali, ammalato l’inconsapevole popolazione. Noi attivisti del Movimento 5 stelle Rescaldina siamo felici di segnalare che su nostra mozione per l’adesione a P.A.N. Europe (Pesticides Action Network) il consiglio comunale dell’8 giugno 2018 ha dato parere favorevole ed unanime ed ha quindi deliberato di aderire alla campagna “città libere da pesticidi” impegnandosi nell’arco di tre anni ad eliminare completamente l’utilizzo di queste terribili sostanze dal territorio comunale.

I pesticidi un tempo considerati la manna per l’agricoltura “moderna” sono ormai stati riconosciuti estremamente dannosi non solo per l’uomo ma anche per l’agricoltura stessa: si sviluppano insetti resistenti ad essi e la maggior parte degli insetti utili all’uomo viene eliminata, i batteri ed altri microrganismi che nel suolo formano quell’ecosistema che nutre e protegge le piante vengono sterminati e si deve reintegrarli con altri prodotti chimici, alcuni tipi di piante si estinguono perché non si adattano a questo nuovo equilibrio non naturale e quelle che sopravvivono sono meno produttive ed hanno bisogno di continui additivi .

I pesticidi sono un affare solo per chi li produce ma questo non è sempre evidente a tutti perché anche il cittadino comune che vuole curare il suo orto spesso si affida a consigli interessati e cerca un risultato immediato non essendo in grado di considerare gli effetti delle sue azioni .

Le amministrazioni comunali possono dare un esempio intelligente ed aiutare questo processo di riconversione al naturale , una sorta di liberazione dall’inutile e dal dannoso alla quale ci siamo semplicemente abituati ma che non dà un vero beneficio anzi ormai gli studi della Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro hanno inserito i pesticidi più comunemente usati (tra i quali il famoso glifosato) nel gruppo di sostanze probabili agenti cancerogeni .

Queste sostanze sono attualmente impiegate soprattutto nella conduzione del verde residenziale sia pubblico che privato e nel controllo degli insetti fastidiosi come le zanzare. Permangono per moltissimo tempo nell’ambiente , si arriva a centinaia di anni nel suolo, contaminano le falde tramite l’acqua. Si parla di cancro alla prostata, ai polmoni, leucemia .

I bambini che fino ai 12 anni passano attraverso varie finestre di vulnerabilità dovute ai processi della crescita sono i più colpiti dagli effetti di queste sostanze, per loro la stessa quantità respirata da un adulto è dieci volte più tossica lo afferma il report pubblicato a Gennaio 2018 da Unicef.  La prima esposizione a queste sostanze inizia nell’utero della madre che le respira e le trasmette anche tramite interferenze ormonali , tutto questo viene a galla dopo negli anni quando l’organismo compromesso manifesta i sintomi della malattia.

Ora noi sappiamo e non possiamo non aggiustare il tiro. Ci sono tutte le alternative, possiamo lasciare perdere le nostre pessime abitudini ed iniziare a stare tutti meglio. Tra le tante tecniche alternative e sane illustrate sul sito italiano del network città libere da pesticidi   ci sono anche quelle per combattere gli insetti sgradevoli come il  ripristino della fauna di pipistrelli e volatili che se ne nutrono, iniziativa quest’ ultima a cui abbiamo già pensato l’anno scorso proponendo ed ottenendo l’avvio del progetto bat box assieme a Lipu.

Rescaldina dice no ai pesticidi, la vittoria è di tutti.  

Movimento 5 Stelle Rescaldina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Commenti protetti da WP-SpamShield Spam Plugin